• Human Nature

    Performance
    Apricale, Castello della Lucertola
    May 2016

    This Performance is the result of a research into the realms of living species, focusing on the difference between the scientific definition of vegetable’s and animal’s realms. It emerged that the main point that highlights the difference between these two worlds is the ability of movement of living beings. Right on the border between these two realms, man has been creating a third new space where its freedom of movement is self-limited.

    The action
    I stood with my feet planted in the soil, bonded by a rope to a grate and holding a living snail in my hand. I started taking awareness of my body, by slowly moving my hands and arms then moving my feet and legs. I continued to move taking awareness of the space gradually increasing the rhythm of my movements until I reached the point where the rope totally unfolded.
    There started the fight between my will to move away and the rope forcing me to stay in a delimited space. I started to run from where the action began towards the public despite the rope kept on tugging me down. I continued to do this till when, exhauseted, I let the snail on the ground as a symbolic ritual of separation from the animal realm. I remained occupying a limbo space, watching the snail slowly moving while drawing a trace of its passage.

    Questa Performance è il risultato di una ricerca sui regni degli esseri viventi, in particolare sulla differenza fra le definizioni scientifiche di regno vegetale e regno animale. Ne è emerso che il punto cardinale ad evidenziare la differenza fra questi due mondi è la capacità di movimento delle creature viventi. Proprio al confine fra queste due condizioni ( vegetale e animale ), l’uomo ha creato un terzo nuovo spazio auto-limitando la sua libertà di movimento.

    L’azione
    Sono in piedi con i piedi piantati nel terreno, legata in vita da una corda ad una grata, nella mia mano una lumaca viva. Inizio a prendere consapevolezza del mio corpo iniziando a muovere lentamente le mani e le braccia, continuando poi con i piedi e le gambe. Continuo a muovermi prendendo consapevolezza dello spazio e gradualmente aumentando il ritmo dei miei movimenti fino a quando la corda non è totalmente tesa. A quel punto inizia la lotta fra la mia volontà di continuare a muovermi nel resto dello spazio e la corda che mi trattiene in uno spazio limitato. Inizio a correre dal punto in cui l’azione ha avuto inizio in direzione del pubblico, nonostante la corda mi strattoni a terra. Continuo a correre e a cadere fino a quando, esausta, lascio la lumaca a terra come un rito simbolico di separazione dal regno animale. Rimango a occupare lo spazio delimitato osservando la lumaca strisciare via, lasciando traccia del suo passaggio.

    #performance #snails #human nature

  • human-nature-1